Resoconto

Resoconto Vallelunga Coppa Italia 125SP Round 1 15/04/2012


Un weekend che inizia in un modo decisamente complesso. Non andavo in pista da ben sei mesi e nonostante fossi carichissima per il primo turno di prove libere del venerdì, le cose sono andate malissimo, mi serviva proprio riprendere il ritmo. In ogni caso, questo turno su pista asciutta ci ha permesso di rodare il motore e da lì le condizioni meteo sono sempre cambiate. Non avevo altri turni per la giornata, fino a quando il mio compagno di squadra Alessio me ne ha ceduto uno dei suoi in quanto era caduto e c'era da sistemare la sua moto per il sabato. Secondo turno di prove libere sotto il diluvio, piuttosto traumatico. Ho fatto pochi giri e sono tornata ai box in quanto non riuscivo proprio a prendere confidenza in queste condizioni. Una delusione enorme per questo venerdì 13 (che sia un caso?), durante il quale ho anche pensato di smettere di correre…!!!!! (non sia mai!!!)

Il sabato, il primo turno di qualifiche si è svolto alle 13.15 ed era di nuovo sul bagnato con tantissima pioggia. Questa volta ho cominciato a “divertirmi” nonostante le condizioni ma la posizione finale non è stata delle migliori… 31ima su 33 (23 aprilia 125sp e 10 kawasaki 250 4t)…

Il secondo turno di qualifiche, alle 18.40, era sempre sul bagnato ma aveva smesso di piovere e non c'erano più pozzanghere, così sono riuscita a metter giù il ginocchio nelle curve a destra (le curve a sinistra di Vallelunga sono troppo strette, si rischierebbe tanto) e ho iniziato a divertirmi proprio tanto. Peccato per il traffico, soprattutto per le Kawasaki 250cc 4 tempi che ti violentano nel dritto e poi sono ferme nelle curve, perché potevo fare meglio, soprattutto negli ultimi giri durante i quali avevo troppa gente davanti. Alla fine mi sono qualificata 23ima assoluta e 16ima delle 125sp. Si poteva far meglio ma rispetto al mattino, era già un bel passo avanti e mi ero proprio divertita!

La domenica è stata una giornata asciutta per quasi tutto il giorno, ma noi correvamo alle 17.15 e proprio poco prima ha iniziato a piovere leggermente. Ero contentissima in quanto sapevo già che se la corsa si fosse svolta sull'asciutto sarebbe stato un casino .. mentre se le condizioni fossero state come il sabato sera, sapevo di trovarmici proprio bene!!! Sogno esaudito!!! Ha continuato a piovere abbastanza per bagnare la pista e tutti hanno rimontato le rain. Gara ritardata per bandiere rosse durante la gara precedente e la pista si bagnava sempre di più. Ero preoccupata che diventasse troppo bagnato per poter metter giù il ginocchio!!

Finalmente entriamo in pista, parecchio bagnata ma abbastanza aderente. Pronti per il semaforo rosso, mi preparo ad una bella partenza, stavolta sono super concentrata ma lasciano il semaforo acceso per così tanto tempo che alla fine parto male… Mi passano in tanti, che nervosooo, per una volta che partivo con un po' di gente alle spalle… Non mi demoralizzo e mi attacco al treno, scopro velocemente che anche se la pista è più bagnata del giorno prima, si riesce lo stesso a metter giù il ginocchio. Stupendo,e almeno prendo un sacco di confidenza. Piano piano comincio a rimontare e passo vari piloti, spesso in staccata o addirittura nel tornantino dove faccio schifo essendo stretto e a sinistra, una sensazione bellissima. C'è parecchia gente da passare ma in ogni caso mi diverto e quando comincia a piovere di più, non smetto di appoggiare il ginocchio e continuo a migliorare giro dopo giro nonostante il traffico. Ad un certo punto ho la pista libera davanti e finalmente posso far un giro tirato come volevo fare da un po'. Degli 8 giri iniziali ne rimangono ancora 4 e sono carichissima, mi impegno per far un bel giro, ed intravedo alcuni piloti che han rallentato e che potrò riprendere senza dubbio se continuo a migliorare. Arrivo al semaforo, butto giù il ginocchio a centro curva e mentre sto per riaprire il gas vedo uno che mi affianca all'INTERNO! Tra me e me penso “ma questo che cosa sta facendo!???”, infatti scivola e mi falcia via…. Finiamo entrambi contro le gomme a bordo pista e la gara è finita.. Una manovra un po' troppo azzardata in quanto non si può far un sorpasso mentre l'altro è già piegato col ginocchio in terra, nemmeno sull'asciutto… Se anche non fosse scivolato per la troppa foga, mi avrebbe centrata in pieno, si è trattato di un vero suicidio da parte sua e devo dire che sono stata molto molto triste di finir la gara in quel modo. Avevo ancora un po' più di tre giri da fare e potevo migliorare e guadagnare altre posizioni. Poi se mi sdraiavo da sola era diverso, almeno potevo dire di averci provato, mentre venir falciati via è proprio bruttissimo.

Avrei potuto conquistare punti nella Coppa Italia… Peccato. Vuol dire che mi rifarò. Almeno posso dire che ora mi piace guidare sul bagnato e che se la pista non è proprio completamente allagata, si può metter giù il ginocchio senza problemi. Vedrò di ricordarmelo!

Ci vediamo alla prossima gara a Misano, il weekend del 13 Maggio.

Ringrazio Ricky per la moto velocissima, il Berga, i miei compagni di squadra con genitori ed accompagnatori, tutti i miei amici, quelli che mi hanno supportata e SOPPORTATA. Grazie a tutti!

Phaedra Theffo